nuova-sfilata-mariel

Accademia Rinascimento: alta moda e non solo

Anime tra cielo e terra, una serata dedicata all’arte e alle tradizioni, un galà di successo che ha visto al centro dell’attenzione il Monacato di Villa Euchelia e l’artista-stilista Marilena Spiridigliozzi.

Nell’antica struttura di Castrocielo è stata presentata l’Accademia Rinascimento, un ambizioso progetto della stilista che vuole creare un punto dove non solo formare sarte di alta moda tramandando loro un’arte che rischia di scomparire sommersa dalla modernità e dall’industrializzazione, ma anche offrire a chi vuole intraprendere la strada della creazione di moda, un punto di appoggio, una sorta di famiglia in cui crescere ed imparare tutto quello che gli servirà per far decollare la sua azienda.

“Da imprenditrice – ha precisato durante la conferenza di presentazione del progetto – ho avuto modo di toccare con mano le difficoltà delle piccole e medie imprese, nell’affermarsi, nel trovare mano d’opera specializzata e di qualità, ma nonostante le tante richieste dall’estero ho voluto continuare ad investire sulla mia terra, su un territorio che offre poche opportunità a chi vuole fare impresa. I miei successi all’estero non mi hanno distratta dalla mia attività principale, dall’atelier nato 25 anni fa ed in cui lavorano con me altre persone per portare in passerella gli abiti che realizzo”.

Ad accogliere per primo, senza esitare, l’idea dell’Accademia è stato il padrone di casa, il sindaco Filippo Materiale che ha offerto alla stilista di Arce una location davvero suggestiva non soltanto per la serata di presentazione, ma anche come sede della struttura che partirà ufficialmente a novembre. Le ha anche consegnato una targa per ricordare i primi 25 anni di attività ed augurarle altri e più grandi successi.

“E’ un progetto importante – ha precisato il sindaco – e siamo ben felici di ospitarlo in questa struttura storica, di grande pregio, che abbiamo cercato di riportare e tenere in condizioni perfette, invece di abbandonarla come spesso succede con le antiche costruzioni. E sono onorato di accogliere Marilena, la sua arte, le sue idee, che sono certo porteranno anche il nome di Castrocielo in tutto il mondo”.

Al tavolo dei relatori, accanto al moderatore Alessio Porcu che ha introdotto gli ospiti e raccontato il progetto, anche il presidente della Camera Nazionale della Moda svizzera, Franco Taranto, venuto apposta da Lugano e che nella città elvetica ha preannunciato di voler aprire una seconda sede dell’Accademia.

“Ho avuto modo di apprezzare Marilena come stilista, ho voluto che diventasse membro esecutivo della Camera nazionale della moda svizzera perché sono convinto che porterà grandi idee e prestigio, ed oggi scopro anche la sua arte come pittrice. L’idea dell’Accademia è straordinaria e avere una sede in un altro paese può voler dire anche scambio culturale per gli iscritti e quindi enormi potenzialità in più”.

Il professor Renato Verdicchio ha illustrato il progetto dell’Accademia più nel dettaglio, parlando dei corsi che si svolgeranno a Castrocielo da novembre e che permetteranno di partire da zero ed arrivare a conoscere il settore “moda” sotto ogni suo aspetto, dal lavoro in sartoria, alla direzione di un’azienda, fino all’espansione all’estero.

Grande entusiasmo anche da parte della vice presidente di Federlazio, Paola Grossi, che ha accolto l’invito ed ha preso parte alla conferenza, ed ha sottolineato l’importanza della nascita di progetti come questo, in un periodo in cui le aziende, invece, chiudono o spostano la produzione all’estero.

Era presente anche il senatore Oreste Tofani che ha ricordato di essere stato all’inaugurazione dell’atelier Mariel 25 anni fa, ed ha rinnovato alla stilista gli auguri per tanti altri anni di grandi e meritati successi.

Dopo la conferenza gli ospiti hanno potuto ascoltare la musica e la classe di due musicisti del territorio, il soprano Maristella Mariani accompagnata dal pianista Michele D’Agostino. Poi l’arrivo di alcune modelle con gli abiti firmati da Marilena Spiridigliozzi e l’inaugurazione della sua prima personale di pittura.

Nel vicino resort di Villa Euchelia, poi, c’è stata la sfilata che ha lasciato i presenti a bocca aperta per la spettacolarità delle creazioni della stilista. Pezzi unici, con pregiati ricami o dipinti a mano, che hanno sfilato in passerella e davanti agli ospiti, tra numerosi applausi.

“Voglio ringraziare gli ospiti che ci hanno onorato della loro presenza, gli imprenditori che hanno già sposato questo progetto – ha precisato Marilena Spiridigliozzi – e tra questi quelli che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento: il Comune di Castrocielo, Villa Euchelia Resort e le cantine Iucci che hanno offerto ai presenti un assaggio dei propri prodotti , Fiorilandia che ha reso ancora più magico lo scenario del Monacato, dallo staff di Gerardo Rossomando che ha curato le acconciature per le modelle. Poi il direttore di Teleuniverso, Alessio Porcu. Ma soprattutto voglio ringraziare il presidente Franco Taranto della CNMS che non ha voluto far mancare la sua presenza.

Quello di “Anime tra cielo e terra – conclude la Spiridigliozzi – è un evento che abbiamo voluto dedicare all’arte ed alla cultura, ma questa è stata soltanto la prima edizione. Dal prossimo anno contiamo di coinvolgere già le aziende e le attività che saranno nate grazie all’Accademia Rinascimento”.